etro&Tram
Sito dedicato ai trasporti Milanesi
 
di Francesco Bizzarri

Home

 



ASP Padova: Avanzano i lavori per il Translohr...
a cura di Alessio Pedretti                                           
 
 
Sebbene tra periodi di silenzio e ritardi di realizzazione, procede la costruzione della rete Metrotram Translohr di Padova, sistema in corso di realizzazione per la prima volta in Italia e condiviso dalle esperienze, anch'esse costruende, di Clermont Ferrand (Francia) e L'Aquila. Tale nuovo "sistema" coniuga alcune caratteristiche tranviarie (una singola rotaia, linea aerea a semplice filo di contatto) con altre prerogative automobilistiche (accelerazione, pneumatici su gomma) sino al punto di rappresentare un veicolo difficilmente classificabile nel sistema prettamente tranviario od automobilistico. La vettura del sistema Translohr viene guidata da una coppia di ruotine centrali disposte all'incirca a 45░ rispetto al piano del ferro, ruotine che agiscono su una via di corsa posta al centro della carreggiata e dotata di una semplice rotaia, ostacolo insidioso soprattutto per le biciclette e giÓ oggetto di crociate eversive da parte degli organi di stampa.
 
 
La rete Translohr di Padova prevede una prima linea di 10,5km disposta in senso nord-sud tra Pontevigodarzere e la Guizza, capolinea che dovranno essere entrambe dotati di parcheggi scambiatori da c.ca 900 posti auto l'uno. Il progetto generale prevede la realizzazione di ulteriori due linee, una tra la stazione RFI e Voltabarozzo, localitÓ situata a sud-est del centro e l'altra tra Vigonza e Rubano, trasversale est-ovest.
L'iniziale fornitura dei veicoli (su gomma, su ferro ? decidete voi...) prevede la consegna di 14 esemplari TRANSLOHR STE3 bidirezionali, dotati di tre casse per un totale di 25m in cui trovano posto 164 passeggeri, realizzati dalla francese Lohr in collaborazone con la carrozzeria friulana per autobus De Simon, marcianti ad una velocitÓ commerciale stimata tra 19 e 22 km/h e servendo la linea, dotata di 24 fermate (una ogni 450m c.ca) con una frequenza di c.ca 5 minuti durante le ore di punta. Attualmente risultano esser stati consegnati a Padova almeno 5 esemplari.
 
L'attuale stato dei lavori vede la linea completata tra la Stazione RFI ed il "capolinea sud" della Guizza, in particolare sono in corso opere di molatura della rotaia e sistemazione delle fermate, come osservato il giorno 18 Settembre 2006. Sono inoltre in corso i lavori per la posa delle rotaie lungo la rampa meridionale del cavalcavia Borgomagno, con il quale la linea sovrappassa la la ferrovia Milano-Venezia onde portarsi al capolinea settentrionale di Pontevigodarzere.
Inoltre a partire dal giorno 6 Settembre sono programmate alcune corse di prova dei veicoli sulla nuova sede, sia diurne che notturne, effettuate in particolare "alla luce del sole" nei giorni 6-7-13-14-15-21-22-25-26-27 Settembre. Il veicolo, accompagnato dalla Polizia Stradale, uscirÓ dal capannone provvisorio di Via della Pace in direzione centro-sud, costretto ad arrestarsi ben 20 metri prima di ogni semaforo rosso e con obbligo di dare precedenza ai veicoli privati e persino ai pedoni!
Ancora incerta la data di attivazione stimabile, se fossimo in un paese serio, nel periodo compreso tra Ottobre e Dicembre 2006, scadenza che varierÓ non poco in base anche a come si comporterÓ su strada il veicolo innovativo ed a quali problemi di circolazione verranno riscontrati sulla linea.
 
Si ringrazia il Sig. Ivan Furlanis per le segnalazioni sullo stato attuale delle prove e sul numero di veicoli presenti a Padova.
 
FOTO
(Tutte del 18 Settembre 2006)
 
nd-translohr-dep via pace-vista1
nd-translohr-dep via pace-profilo
All'interno di un cortile recintato il Translohr STE3 attende di macinare kilometri all'inizio di questa prima avventura per il curioso tram-bus su gomma, giÓ bonariamente soprannominato "il coso ammazzaciclisti". Essendo in Italia il primo impianto di tale genere, i tempi di prova ed omologazione dei veicoli saranno irrimediabilmente biblici, si spera di poter avviare l'esercizio per fasi entro Natale 2006.
 
nd-dep via pace-18-09-06-vista1
L'attuale deposito per le vetture Translohr sinora giunte a Padova consta di un semplice capannone recintato a doppia via, capace di accogliere non pi¨ di 4/5 veicoli. Nella foto in primo piano Ŕ ossservabile uno scambio, mentre gli sguardi pi¨ attenti noteranno la presenza posticcia della doppia rotella per instradarsi sulla rotaia applicata anche a quello che a prima vista potrebbe sembrare un banale trattore... 
 
nd-raccordo dep stazione-via pace-18-09-06
Il semplice capannone provvisorio a due vie realizzato nei pressi della stazione ferroviaria, presso quella che era un tempo la sede dello scalo merci delle Guidovie Centrali Venete, Ŕ raccordato alla linea mediante un breve tratto di linea a doppia curva, nella foto Ŕ possibile osservare le due rotaie in direzione stazione, a pochi metri dall'uscita del capannone e giradosi di 180░ gradi rispetto alla precedente foto..
 
nd-fermata stazione-18-09-06
Una tra le pi¨ importanti fermate della rete risulterÓ essere sicuramente la fermata della stazione ferroviaria RFI, punto da quale ci si pu˛ dirigere verso il deposito (sfondo), verso il centro e la Guizza (destra) e verso Pontevigodarzere (sinistra...). Ancora in primo piano una comunicazione tra rotaie ed, in alto, un paio di striscianti elettrici sulla linea aerea, la cui funzione potrebbe empiricamente essere quella di fornire una pi¨ ampia superficie di contatto al pantografo, utile nei punti in cui il veicolo debba partire da fermo: chi vuole ci creda, chi non vuole proponga altre
ipotesi...
 
nd-cavalcavia-stazione-18-09-06-vista2
 
Fervono i lavori in direzione di Pontevigodarzere, in particolare si sta completando la posa delle rotaie lungo la rampa meridionale collegante la piazza della stazione con il Cavalcavia Borgomagno: da notare la particolare conformazione della rotaia e soprattutto la pendenza con la quale verrÓ effettuata la presunta fermata per la Stazione ferroviaria in direzione PonteVigodarzere, lasciando la fermata ritratta nella foto precedente alle sole vetture in entrata ed uscita dalla linea nonchŔ forse in futuro come ipotetico capolinea per la linea Translohr per Voltabarozzo.
 
nd-binari via garibaldi-18-09-06
Lungo la centralissima Via Garibaldi, dirigendosi verso il centro, compare ancora qualche piccolo cantiere qui Ŕ lÓ, riguardante soprattutto la sistemazione dell'arredo urbano, per il resto la rotaia, la linea aerea e parte delle fermate sono giÓ state posate e realizzate. Meglio chiudere un occhio sui rappezzi d'asfalto applicati qui e lÓ anzichŔ ricomporre i cubetti di porfido...
 
nd-binari ponte-cso garibaldi-18-09-06
In un altro tratto di Corso Garibaldi la coppia di rotaie attende di poter veder transitare il Translohr in prova, visto che durante il mese di Settembre si sono tenute alcune corse di prova diurne he lentamente hanno anche il compito finalmente di rappresentare qualcosa di concreto di un progetto che i padovani sinora non hanno ancora avuto modo di apprezzare...

nd-lavori binario-cso del popolo-18-09-06-vista1
Nel pomeriggio di un giorno feriale Corso del Popolo, trafficato asse stradale di collegamento tra il centro storico e la stazione ferroviaria, risulta essere un vero cantiere all'aperto con varie squadre al lavoro che operano sulla rotaia padovana: volendo fare i pignoli, la presenza di una singola via ferrata non consente formalmente l'utilizzo del vocabolo "binario", di fatto costituito da due rotaie...

Saluti a rotaia unica

 

Francesco Bizzarri ę  -  Tutti i diritti sono riservati